Alba Parietti dopo Ballando con le stelle 2017 si sente più forte che mai. Il dance show di Milly Carlucci è con la conduttrice e showgirl in onda che ha sempre raggiunto i piocchi massimi di ascolto. Ora pensa alla tv. “Bollono molte cose in pentola, progetti sperimentali fatti su misura per me”, rivela a Oggi nel numero in edicola.

Alba Parietti pensa alla tv nel dopo ‘Ballando’: ‘stanno lavorando a progetti sperimentali su misura per me’

Alba Parietti pensa a progetti sperimentali, a format pensati proprio per lei. In molti dicono potrebbe essere una dei prossimi giurati proprio di Ballando. “Non so se riuscirei a giudicare gli altri con molta facilità perché conosco il sudore e la fatica di chi è dall’altra parte. Per quel ruolo serve un cinismo strumentale alle polemiche, forse non ne sarei all’altezza”, dice.

Meglio credere nei progetti sperimentali a cui stanno lavorando per lei. Alba Parietti è un vulcano. A causa della polemica infinita con la 55enne, Selvaggia Lucarelli non ha partecipato alla finale del programma sabato scorso su Rai Uno. Alba non crede di aver esagerato: “Sono andata dove mi hanno trascinato. Io ho percezione chiara e distinta di cosa sia il basso. Nel contempo non ho mai avuto problemi ad ammettere le mie responsabilità. Ho un vantaggio: non ho scheletri nell’armadio, la verità quindi non mi fa paura”.

Dice sempre la verità. Se Maria De Filippi le facesse una proposta, dovrebbe capire: nonostante la gratificazione, valuterebbe con attenzione il progetto. Su Morgan ospite a Ballando, pensa che Milly abbia fatto bene a chiamarlo: “Ha scelto per lui un ruolo inedito e interessante”.

La 55enne con i ballerini del dance show insieme a fabio Basile e Simone Montedoro, altri dei due concorrenti

A proposito di sé e di chi la critica, afferma: “Chiamatemi pure “Alba la pazza”. Lo dico a chi nel corso di Ballando con le stelle pensava di colpirmi usando queste parole. Come potrei offendermi quando mia madre ha sofferto di bipolarismo? Non fuggo dalla verità. Chi mi critica forse non sa che per me la follia è libertà, perché è uno strumento di lettura della realtà attraverso la sensibilità. E’ un modo per difendersi dall’orrore del reale”.

Poi aggiunge: “Ho fatto dieci anni di analisi e ho capito molte sfumature della mia personalità, conosco e capisco la dignità di chi viene considerato folle”.

E’ single, ma non per sempre: “In questo momento penso possa esserci spazio per un nuovo amore. Le tigri come me però sanno aspettare, sono pazienti e arrivano ad afferrare la “preda” solo quando è davvero arrivato il momento giusto”. Alba sa quando sfoderare gli artigli.

Articolo importato da gossipnews.it

Puoi legge l'articolo dal sito di provenienza qui