Una nuova app consente di effettuare backup automatici, via WiFi, anche se iPhone e iPad non sono connessi alla presa elettrica e iTunes è chiuso. E la parte migliore? Fa tutto da sola, ed è gratis, senza limitazioni.

chiuso. E la parte migliore? Fa tutto da sola ed è gratis, senza limitazioni.

I backup su iCloud sono una bella comodità, ma portano in dote almeno un paio di difetti: rappresentano un potenziale rischio per la privacy, e quasi certamente richiedono un abbonamento a pagamento, visti i 5GB risicati che Apple regala -bontà sua- per gli account base. Chi non vuole versare l’obolo annuale, dunque, è costretto a tenere perennemente aperto iTunes, e tenere collegati iPhone e iPad alla corrente, altrimenti il backup automatico non si avvia.

Ora, però, c’è un’arma in più nell’arsenale software degli utenti. Si chiama iMazing mini ed è un’utility gratuita che serve ad effettuare backup incrementali dei vostri dispositivi con cadenza personalizzabile (di default, ogni giorno). Può crittografare gli archivi, e cancellare quelli più vecchi così da liberare spazio; in più, fornisce dati tecnici sui dispositivi con un’interfaccia chiara e intuitiva, stato di carica e della batteria, jailbreak, stato della garanzia. E può perfino riavviarli, spegnerli o metterli in standby da remoto.

L’aspetto più interessante, tuttavia, è che non crea una serie di backup paralleli ad iTunes (e incompatibili con quest’ultimo): piuttosto scrive i backup nella cartella di default, ed è in grado di aggiornare quelli esistenti creati con iTunes.

Per il momento, l’app è in stato di Beta 4 e può essere scaricata da questa pagina Web, ma la versione definitiva è in arrivo a breve; viene fornita gratuitamente come complemento a iMazing 2, ma non è affatto obbligatoria. Potete scaricare iMazing Mobile da questa pagina Web.

Articolo importato da melablog.it

Puoi legge l'articolo dal sito di provenienza qui