Il nuovo modem Fastweb Fastgate è davvero un salto in avanti nel panorama dei dispositivi di connettività Wi-Fi forniti dagli operatori Internet.Lo sto provando da qualche settimana e rispetto al mio vecchio cassone nero (un Pirelli di 5 anni fa) c’è da rimanere sbalorditi. In linea di massima se la gioca ad armi pari con i prodotti che vendono di più in Italia: si pensi alle linee Netgear, TP-Link, Fritz e D-Link.

Fastweb Fastgate

Gradevole di aspetto

Prima di tutto il design e la progettazione. Fastweb spiegò in sede di presentazione a dicembre che per la prima volta aveva deciso di fare “tutto in casa”. O meglio, invece che affidarsi a un produttore esterno e scegliere dal suo listino, ha messo in piedi un team per realizzare un router custom innovativo. In pratica ha reclutato specialisti che hanno concorso nella realizzazione di un router che dovrebbe rispondere alle esigenze dei suoi clienti e dei suoi tecnici.

Fastweb Fastgate

Il risultato è un modem di bell’aspetto, compatto e con tre spie LED che identificano stato linea, Wi-Fi attivo e WPS attivo. I tre tasti touch a fianco attivano rispettivamente il test linea, test wi-fi e accensione WPS.

Un altro LED funziona come luce di presenza. Da ricordare che nella voce opzioni del software è possibile spegnere tutto o mostrare le luci accese solo in alcuni momenti della giornata.

Fastweb Fastgate La zona posteriore

Nella zona posteriore sono presenti la porta DSL principale, due ingressi telefonici, 2 porte USB 3.0, 4 porte Ethernet, ingresso alimentazione e tasto reset. Non manca sul lato uno sportellino per il modulo che permette l’accesso fibra. In pratica è compatibile con qualsiasi tipo di tecnologia (ADSL, VDSL e Fibra), supporta IPV6 e volendo diventa un hot spot WOW Fi. Il tutto gestibile e configurabile tramite tre tasti touch o l’app proprietaria via smartphone (Android e iOS).

Potenza del Wi-Fi e software di configurazione

Credo che il Fastgate abbia almeno altre due qualità degne di nota. La prima riguarda l’integrazione di 6 antenne Wi-Fi dual-band (quattro per 5 GHz e due per 2,4 GHz) che consentono davvero una buona copertura del segnale. Si parla di 802.11n per i 2,4 GHz e 802.11ac per i 5 GHz.

A poco meno di una quindicina di metri in linea d’aria dal modem e con porta chiusa il mio smartphone scende solo di una tacca sul segnale Wi-Fi. Alla stessa distanza e sul balcone, con porta socchiusa, riesco ancora ad avere segnale. Insomma, rispetto a un modello standard la differenza è evidente.

La seconda grande qualità si deve all’applicazione per gestire ogni parametro del modem. È disponibile sia in versione web (via browser) che app (per i nuovi clienti). Bisogna riconoscere a Fastweb di aver realizzato un’interfaccia di facile uso, a prova di neofita. Per altro il modem può gestire fino a 126 dispositivi esterni.

Le funzioni gestibili

La prima funzione degna di nota è il “parental control“. Non solo mostra il numero di accessi ma consente di attuare blocchi programmati su alcuni e “boost” su altri.

rete Utenti abilitati

Immaginiamo uno scenario tipico famigliare dove i figli navigano via tablet, PC o smartphone durante le ore serali e i genitori stanno guardando un film su Netflix. Grazie a Fastgate si potrà decidere di privilegiare l’accesso streaming su Smart TV e magari a una certa ora interrompere gli altri. Il tutto stabilendo orari e durata degli interventi di “stop” e “boost”.

Volendo si possono inserire una serie di indirizzi web da bloccare, negare l’accesso ad alcuni dispositivi a tempo indeterminato, configurare le porte e eseguire il port mapping di console e servizi.

“ll Firewall in modalità spento permette tutte le connessioni in uscita senza restrizioni. In ingresso, le connessioni IPv4 sono regolamentate dalle sezioni di DMZ e Port Mapping, le connessioni IPv6 sono senza restrizioni”, puntualizza Fastweb.

Firewall e DMZ Firewall e DMZ

Con DMZ attivo “Fastgate inoltrerà verso il client configurato nella DMZ tutte le connessioni provenienti dalla WAN ad esclusione di quelle connessioni presenti in eventuali portmapping configurati”.

fastgate Configurazione USB e condivisione

Sul fronte USB è possibile condividere file su tutta la rete via DLNA, abilitare il print server per la stampa e condividere anche file dei dischi connessi al modem.

Mobile Backup utilizza il modem UMTS connesso al Fastgate, per navigare anche in assenza di connessione.

Impostazioni LAN permette di monitorare e intervenire su più parametri della propria rete.

Infine nel canale Telefono c’è un dettaglio storico delle telefonate ricevute, perse ed effettuate, con tanto di durata e numeri telefonici.

Canali Wi-Fi Canali Wi-Fi

In ambito Wi-Fi si può decidere di affidarsi alla frequenza 2.4 GHz oppure accendere anche la 5 GHz. I menu a tendina consentono di scegliere il sistema di protezione preferito, cambiando quello di default fissato su WPA2-PSK. La lista comprende WEP, WPA2-PSK, WEP-PSK + WPA2-PSK, WPA2-Enterprise, etc. Un tasto consente di “dividere le reti in base alla banda […] semplicemente selezionando la rete con l’estensione SSID desiderata”.

Non manca la funzione WPS (anche il tasto su modem) per stabilire in modo semplice e rapido una connessione internet tra il modem e un dispositivo Wi-Fi che si vuole accoppiare alla propria rete.

Stato Stato

“Premi il tasto sul tuo Fastgate per alcuni secondi, finché il LED inizierà a lampeggiare. Entro 120 secondi, premi il tasto WPS anche sul dispositivo che vuoi accoppiare. Al termine dell’operazione una luce bianca fissa ti notificherà un’avvenuta connessione. In presenza di luce rossa, nessuna connessione stabilita”, si legge nella nota.

fastgate

La zona test abilita una verifica prestazionale dell’allineamento, in modo da comporre nel tempo una sorta di rapporto. Si può calendarizzare oppure eseguire in tempo reale.

Fastweb Fastgate è fornito gratuitamente a tutti i nuovi clienti che si abbonano online sul sito ufficiale. Per gli altri nuovi (offline) è previsto un contributo di attivazione di 1,95 euro per 36 mesi. Chi invece è già cliente e volesse acquistarlo deve pagare 149 euro.

Articolo importato da Tom's Hardware

Puoi legge l'articolo dal sito di provenienza qui