Il 18 giugno si celebra la prima Giornata nazionale dedicata ai piccoli musei del territorio, un evento per conoscere queste piccole ma immensamente importanti realtà

E’ stata indetta per il 18 giugno la prima Giornata nazionale dei Piccoli Musei, un’occasione unica per far conoscere e visitare questi luoghi deliziosi e così diversamente ricchi l’uno dall’altro.

Ingresso gratuito per i visitatori nei piccoli musei che aderiranno all’iniziativa, attraverso la quale queste realtà potranno mettere in mostra la propria identità. Come? Con un dono che simbolizza l’accoglienza e l’identità del museo. Un dono, che si differenzia dal gadget, che varia da museo a museo: potrà essere una piccola busta di lavanda o qualche seme di fiori o di piante antiche tipiche del territorio, una pubblicazione, un evento, un racconto, un gesto che spieghi la passione che ha dato vita a al museo e che ne permette l’apertura nonostante le difficoltà.

Gli obiettivi della giornata nazionale dei piccoli musei sono quelli di fare conoscere il vero volto dei piccoli musei, la loro importanza, il loro ruolo, e le loro specificità. E contemporaneamente attirare l’attenzione delle istituzioni, dei residenti, e anche di avere nuovi visitatori.

Sul sito dell’Associazione Piccoli Musei è possibile già vedere quali sono i musei che hanno aderito all’iniziativa: c’è il museo della Bambola e del giocattolo Quirino Cristiani a Santa Giuletta nell’Oltrepò Pavese, quello della Tonnara di Stintino in Sardegna, il Museo dell’Ape, del Bottone, del Peperoncino.

16114464_1410705778953907_8211205975566240313_n.jpg

Credits | Facebook

Articolo importato da travelblog.it

Puoi legge l'articolo dal sito di provenienza qui

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here