Backblaze, provider di servizi per il backup su cloud, ha pubblicato gli ultimi dati raccolti sull’affidabilità degli hard disk che usa nei propri sistemi proprietari (Storage Pod). Ognuno di questi ha al suo interno fino a 60 hard disk da 3,5 pollici in quattro unità rack. Insomma, si tratta di un sistema piuttosto denso.

I dati raccolti riguardano l’ultimo trimestre dell’anno appena concluso e quindi permettono anche di guardare all’intero 2016. Queste informazioni, benché limitate al caso specifico, possono essere in qualche modo utili per farsi un’idea su quali siano i prodotti più o meno inclini a malfunzionamenti, in quanto l’azienda usa un alto numero di hard disk consumer (non enterprise), nell’ordine delle diverse decine di migliaia.

Dai quasi 72 mila dischi analizzati nell’ultimo trimestre emerge che il Seagate ST40000DX000 da 4 TB si è rivelato nettamente il prodotto più problematico, con 7 hard disk non più usabili su un campione di 184 unità.

Nell’ultimo trimestre Backblaze ha introdotto un terzo modello da 8 terabyte nella sua gamma di hard disk, il Seagate ST8000NM0055, un disco enterprise. “I risultati iniziali sembrano promettenti, in quanto non ci sono prodotti guasti al momento. Dato il nostro disprezzo nel pagare di più per le unità enterprise, sarà interessante vedere come si comportano queste soluzioni”.

Q4 2016 Drive Failure Rates

L’azienda ha aggiunto 3540 hard disk Seagate da 8 TB (modello ST8000DM002), per un totale di 8660. Al momento il “failure rate” si attesa all’1,65%, piuttosto contenuto. “Nel corso dei prossimi due trimestri monitoreremo come le nuove unità enterprise da 8 TB si confrontano con le soluzioni consumer analoghe. Vogliamo sapere quali modelli offrono il valore migliore”, scrive Backblaze.

Per quanto riguarda l’intero 2016, si può vedere come tre modelli di dischi non abbiano mai dato prova di malfunzionamenti, per quanto il campione fosse limitato: si tratta dell’unità Toshiba da 4 TB (MD04ABA400V) e dell’HGST da 8 TB (HUH728080ALE600). Anche il Seagate da 8 TB di classe enterprise, installato a novembre, non ha dato ancora segni di cedimento, ma è presto per trarre conclusioni.

FY 2016 Drive Failure Rates

“Il numero totale di dischi che si sono guastati è stato di 1225 durante l’anno. Un tasso di 3,36 dischi rotti al giorno o 5 dischi per giorno lavorativo. Il failure rate generale degli hard disk per il 2016 è stato dell’1,95%, in calo dal 2,47% del 2015 e ben al di sotto del 6,39% del 2014”.

Il modello più “problematico” si è rivelato essere di nuovo il Seagate da 4 TB (ST4000DX000) mentre gli altri prodotti dell’azienda, soprattutto i modelli da 6 e 8 TB, si sono comparti molto bene, segno che non è possibile fare di tutta un’erba un fascio. Maggiori informazioni sui dati di Blackblaze potete trovarle a questo indirizzo.

Articolo importato da Tom's Hardware

Puoi legge l'articolo dal sito di provenienza qui