Il servizio di mappatura con foto a 360° compie 10 anni. Mappati attualmente 10 milioni di miglia per 83 Paesi

Alzi la mano chi non l’ha mai usato in un momento di smarrimento in una città estranea oppure semplicemente per raggiungere un ristorante. Stiamo parlando di Google Street View, il servizio di mappe di Google che ieri ha compiuto 10 anni.

Il primo lancio di questo servizio, che funziona grazie ad una mappatura fotografica dei posti, ci fu nel 2007 e da allora sono state scandagliate – in auto, bici, addirittura con le pecore e con i cammelli – strade, vicoli, ma anche montagne, isole, musei, luoghi d’arte per un totale di 83 paesi e 10 milioni di miglia.

Lo scopo di Street View, arrivato qualche anno dopo Google Maps, è proprio quello di mappare, attraverso foto a 360°, tutti i luoghi del mondo, prima in auto, poi, con l’aiuto dei trekker –  gli zainetti da indossare per le riprese – si è stati in grado di raggiungere anche zone impervie e gli angoli più remoti del mondo.

Oltre a conoscere le destinazioni, Google Street View ci permette di viaggiare stando comodamente seduti in poltrona, raggiungendo con un semplice click dal Grand Canyon al Taj Mahal alla nostra casa al mare.

A Google Street View vehicle collects imagery for Google Maps while driving down a street in Calais, northern France, on July 29, 2015. AFP PHOTO / PHILIPPE HUGUEN (Photo credit should read PHILIPPE HUGUEN/AFP/Getty Images)

Articolo importato da travelblog.it

Puoi legge l'articolo dal sito di provenienza qui

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here