I controlli mirati di Valve per arginare chi imbroglia giocando a Counter-Strike si fanno sempre più duri, grazie all’ausilio di un’intelligenza artificiale in grado di riconoscere comportamenti sospetti dei giocatori.

Secondo quanto apparso su Reddit, la casa di Steam vuole adottare una vera linea dura per i giocatori che ricorrono allo spinbot su Counter-Strike. Per chi non conoscesse la tattica sleale dello spinbot, si tratta di un hack che permette una visuale continua di gioco a 360 gradi; un vantaggio che permette di non essere mai sorpresi alle spalle.

Leggi anche Counter Strike GO, addio cheater: account legati ai telefoni

La soluzione al problema, secondo Valve, è rappresentata da un sofisticato software con un’intelligenza artificiale che riesce ad individuare gli “spinbotter”, un programma che dovrà migliorarsi col tempo in maniera autonoma monitorando milioni di match nei server di Valve.

maxresdefault Gli spinbotter hanno vita breve col nuovo sistema di Valve

Valve analizza la problematica da diverso tempo. “Il processo di analisi, l’addestramento e la classificazion  dei dati dei giocatori richiede parecchio lavoro a livello hardware e ciò significa avere un’altra macchina al di là dei server che svolga queste operazioni. Dato che non si sa in anticipo chi potrebbe utilizzare questi cheat bisogna monitorare i match mentre accadono, dalla prospettiva di tutti e dieci i giocatori”, commenta il team anti-cheat di Valve su Reddit.

“Ci sono più di un milione di match di Counter-Strike: Global Offensive ogni giorno, quindi per evitare di rimanere indietro c’è bisogno di un sistema capace di analizzare e processare tutti i match dalla prospettiva di tutti i giocatori, il che attualmente significa che c’è bisogno di un datacenter alimentato con migliaia di core di CPU”, continua il team anticheat di Valve.

counter strike

La soluzione di un’IA in grado di porre fine al problema sembra sia già in fase di test. “La buona notizia è che abbiamo già cominciato i lavori. Abbiamo avviato una prima versione del sistema […] e visto che i risultati si stanno rivelando promettenti, continueremo a lavorare su questo e a espandere il sistema nel tempo”.

La speranza è che l’IA di Valve non condivida gli stessi interessi bellicosi di SkyNet, la famosa intelligenza artificiale conosciuta nella pellicola di Terminator di James Cameron.

Articolo importato da Tom's Hardware

Puoi legge l'articolo dal sito di provenienza qui