Signore e signori, vi presentiamo il re dei cloni di iPhone 6s. Talmente uguale da sembrare davvero un prodotto Apple, salvo poi scoprire l’inghippo…

Signore e signori, vi presentiamo il re dei cloni di iPhone 6s. Talmente uguale da sembrare davvero un prodotto Apple, salvo poi scoprire l’inghippo…

Se ci fosse un premio per il Tarocco D’oro, dovrebbero darlo a lui. Fidatevi di noi: siamo ai limite dell’opera d’arte. Ma cominciamo dal principio.

Una signora si presenta in un negozio locale per far riparare il vano porta-SIM incastrato del proprio iPhone 6s. Il tecnico visiona il telefono, e decide di aprirlo per accedere al vassoio: è lì che scopre l’inghippo: invece della raffinata e ordinata tecnologia della mela, trova un guazzabuglio artigianale di fili e circuiti ammassati alla bell’e meglio su un scheda in bachelite. La schermatura è orrenda, e la batteria un tantino preoccupante.

“Questo non è un iPhone” spiega il tecnico, ma la donna insiste che si tratta proprio del prodotto originale. E in effetti, hanno copiato proprio tutto: dalla schermata di avvio col logo Apple, alle icone e ai menu di iOS. Nella parte con i discalimer legali, si legge le stesse tre righe ripetute all’infinito con copia e incolla; ma a parte questi piccoli dettagli, nulla lascia pensare al tarocco: si tratta della migliore copia dell’iPhone mai vista finora.

C’è addirittura la schermata di configurazione dell’ID Apple; solo che non c’è verso di effettuare il login, e se si tenta di ottenere un nuovo “Apple ID gratuito,” il dispositivo va in blocco.

Infine, se si preme il pulsante del volume durante l’accensione, si entra nel classico menu di ripristino di Android. Ovviamente in cinese. Fatevi 4 risate con la spettacolare Gallery qui in alto: noi ci abbiamo riso per 10 minuti.

Articolo importato da melablog.it

Puoi legge l'articolo dal sito di provenienza qui