Open Fiber ha annunciato che a Catania, Wind Tre e Vodafone hanno iniziato a vendere i servizi fibra basati sulla sua rete FTTH.Al momento si parla di 20.500 unità immobiliari, ma entro il 2018 diventeranno 115mila. Per controllare l’andamento dei lavori quartiere per quartiere sarà sufficiente consultare il sito openfiber.it.

Copertura di Catania 

In poco meno di 9 mesi è stato ossibile cablare parte della città anche grazie all’accordo di convenzione con il Comune che è stato firmato a luglio. Open Fiber ha specificato che la rete completa sarà composta da 200 km di fibra interrata e 360 km di fibra aerea. Il tutto per un investimento di circa 30 milioni di euro.

“La rete, completamente in fibra ottica di ultima generazione, è fornita in modalità Fiber to the Home (FTTH), quindi direttamente a casa o in ufficio: la famiglia o il professionista che per la propria casa o per il proprio luogo di lavoro sceglie Open Fiber acquista un servizio in grado di supportare velocità di trasmissione di 1 Gbps (fino a 1 Gigabit al secondo) sia in download che in upload”, puntializza la nota ufficiale.

Open fiber Open Fiber in Italia (in blu i comuni giò attivi)

Al solito bisogna considerare che le prestazioni di 1 Gbps simmetrici sono all’ingrosso, gli operatori poi decidono a piacimento come gestire i servizi in relazione alle offerte.

L’azienda si è detta impegnata anche nel “migliorare gli standard tecnici e di sicurezza delle proprie ditte appaltatrici” in modo da ridurre i disagi per i cittadini durante i lavori.

Articolo importato da Tom's Hardware

Puoi legge l'articolo dal sito di provenienza qui